Chi era il Buddha ?

Siddhartha Gautama è nato in una famiglia reale a Lumbini, nell’attuale Nepal, nel 563 aC. A 29 anni, si rese conto che la ricchezza e il lusso non garantiscono la felicità, così ha esplorato i diversi insegnamenti di religioni e filosofie, per trovare la chiave della felicità umana. Dopo anni di studio e di meditazione ha finalmente trovato ‘ il sentiero di mezzo ‘ ed è stato Illuminato. Dopo l’Illuminazione, il Buddha trascorse il resto della sua vita insegnando i principi del Buddhismo – chiamato Dharma, – fino alla sua morte all’età di 80 anni. Dharma è un termine sanscrito dhṛ che presso le religioni dell’Asia meridionale riveste numerosi significati. Può essere tradotto come “Dovere”, “Legge”, “Legge cosmica”, “Legge Naturale”, oppure “il modo in cui le cose sono”, ovvero “fondamento della realtà”, “verità”, “obbligo morale”, “giusto”, “come le cose sono” oppure “come le cose dovrebbero essere”. (per approfondimenti leggere la sezione “Dharma”)

Egli non era , né ha la pretesa di essere un Dio. Era un uomo che ha insegnato un sentiero verso l’illuminazione dalla propria esperienza .

I buddisti a volte pregano le immagini del Buddha o dei Buddha, non nel culto, né per chiedere favori. Una statua del Buddha che con le mani riposa dolcemente nel suo grembo con un sorriso compassionevole ci ricorda a lottare per sviluppare la pace e l’amore dentro di noi. L’inchino o la prostrazione d’avanti alla statua di un Buddha è espressione di gratitudine per l’insegnamento, e sviluppa gratitudine e umiltà, abbassando l’ego che è in noi.

Ci sono diversi tipi di Buddhismo, perché l’enfasi cambia da paese a paese a causa delle abitudini e della cultura. Ciò che non varia è l’essenza dell’insegnamento – il Dharma o la Verità.

Il Buddha ha insegnato molte cose, ma i concetti di base del Buddhismo possono essere riassunti dalle Quattro Nobili Verità e il Nobile Sentiero.

(Fonte: www.buddhanet.net)

Bookmark the permalink.

Lascia un Commento